Racconti e avvenimenti dalla Brianza
á

Link diretto a sezione o sottosezione:

á

Potresti essere interessato a:

Città di Erba

Quando da Erba passava il tram

Ricerca nel sito:

Modulo di ricerca

 

 

 

 
 
 


 

Reportage

 

Quando ad Erba c'era l'ippodromo


Nel 1887 ad opera del conte Turati, proprietario tra l'altro della villa del Soldo, sorse ad Erba un ippodromo, destinato in breve tempo ad assurgere a fama nazionale, grazie anche alla costante presenza nei mesi estivi dei Reali d'Italia.

Il luogo prescelto era la zona dell'attuale Lambrone; da quel momento in poi, anche in seguito alla chiusura dell'ippodromo, la zona divenne nota fra gli erbesi come "La Pista".

Il Conte Turati, appassionato allevatore ed amico personale del Re, fondò la "Società delle corse di Erba" che, oltre alle gare ippiche, organizzava anche manifestazione di altro genere, fra le quali ad esempio, tiro a segno, gare di canottaggio sul lago di Pusiano e persino gare ciclistiche.

Il momento clou della stagione tuttavia era verso la fine dell'estate , quando ad assistere alle gare ippiche giungevano dalla villa Reale di Monza il Re e la Regina attirando ovviamente i nobili della zona, che facevano a gara ad invitare nelle loro sontuose ville i Reali. Tutti i giornali dell'epoca riportavano le cronache mondane dell'ippodromo erbese.

Purtroppo a seguito dell'assassinio di Re Umberto a Monza nel 1900, i Reali abbandonarono per sempre la Reggia di Monza. L'ippodromo, peraltro già in declino, subì pertanto la chiusura definitiva.

Il Re e la Regina all'Ippodromo di Erba-Incino


I Reali ospiti in una villa della Brianza

A metà degli anni '20 tuttavia, l'illustre concittadino e futuro Podestà Alberto Airoldi, che negli anni precedenti aveva nello stesso luogo creato l'aeroporto di Erba- Incino (vedi reportage), a seguito della chiusura dell'aeroporto pensò di ricreare l'Ippodromo riportandolo in parte ai fasti del secolo precedente.

A tale scopo fu costituita la SIDE, SocietÓ Ippica Dell'Eupili. L'ippodromo venne inaugurato alla presenza del Duca di Bergamo, rappresentante dei Savoia per la Lombardia.


Manifesto di una gara, realizzato dal Metlicovitz.


Il Palco Reale con il Duca di Bergamo.

A seguire, alcune immagini dell'ippodromo degli anni '20-'30.

Si ringrazia R. Fumagalli per aver fornito parte del materiale.

© Copyright 2007-2016 S.e M. Ripamonti sul testo di questa pagina.

       
© Copyright 2007-2014 by Stefano e Monica Ripamonti su tutto il materiale contenuto nel sito